MATERIALI E PULIZIA

 

LEGNO

DESCRIZIONE

Le superfici in essenza di legno sono fra le più preziose, quindi è necessario utilizzarle con una certa cura. Il legno è un materiale "vivo", particolarmente sensibile al calore e all'umidità. Eventuali cambiamenti di colore nel tempo, dovuti alla luce, non rappresentano un difetto, ma al contrario sottolineano il fatto che si tratta di materiale naturale. La sua particolarità sta nella presenza di nodi, forellini, imperfezioni presenti sulla sua superficie che denotano la sua autenticità. Tali irregolarità sono da considerarsi non difetti ma elementi che aumentano il pregio e l'unicità di questa finitura.

 

LACCATI

PULIZIA

Per la pulizia delle superfici in legno è sufficiente utilizzare un panno inumidito con comuni prodotti di pulizia per vetri (acqua e vetril) o acqua e sapone di marsiglia, si raccomanda di asciugare eventuali gocce d’acqua nei top legno in quanto con il passare del tempo l’acqua stagnante penetra negli incavi derivati dalla spazzolatura e provoca il distacco della vernice a causa dell’aumento dell’umidità del legno. Non utilizzare prodotti abrasivi, acetone, cloro o diluenti; non passare cere o lucidi per mobili, che per il particolare trattamento protettivo eseguito non sono necessari e possono anzi danneggiare la vernice.

DESCRIZIONE

Le superfici laccate sono superfici verniciate a polveri in tutte le tonalità disponibili nella mazzetta colori. Si possono laccare tutte le superfici, dalle basi ai top, dai pensili alle specchiere contenitore...

Oltre al laccato liscio si può scegliere un essenza, come il Rovere, oppure un laminato, come il Larice, piuttosto che il Frassino, e laccarlo a sua volta. In questo modo si ottiene un laccato con l'effetto in rilievo delle venature del materiale presente al di sotto della vernice.

L'unico colore che non si presta a laccare le superfici in legno è il Platino, poichè viene applicato in un modo particolare che non è possibile riprodurre su superfici non lisce.

PULIZIA

Le superfici laccate richiedono una manutenzione particolarmente attenta per evitare i graffi. Per la pulizia sono sufficienti prodotti per vetri o alcool diluito con molta acqua, asciugando subito con panni morbidi e non abrasivi. Non usare polveri abrasive. Non utilizzare prodotti eccessivamente aggressivi per la superficie laccata come ammoniaca e acetone. Evitare anche le cere per mobili e il contatto diretto con profumi o prodotti a base di acido. È possibile che durante le prime pulizie il panno rimanga leggermente colorato. Questo fatto è fisiologico ed è legato alla presenza di polveri di vernice che affiorano nell’operazione di essicazione. Una volta eleminate non si presenteranno più.

 

MARMO, MARMO TECNICO E MARMO TECNICO AL QUARZO

DESCRIZIONE

Il marmo naturale può presentare differenze di tonalità rispetto al campione, piccoli fori e venature più o meno marcate sono una caratteristica del marmo che conferma l’autentica natura del prodotto. 

Il marmo tecnico è composto di granuli, polvere di marmo, cementi e resine poliesteri al 5-8% con una prevalenza di carbonato di calcio. I marmi tecnici presentano delle caratteristiche simili ai marmi naturali, per questo necessitano di una costante manutenzione. 

I marmi tecnici al quarzo sono formati da una miscela di quarzo con una percentuale massima al 5% di resine acriliche. I piani realizzati in questo materiale sono omogenei, compatti e particolarmente resistenti alle abrasioni, all’attacco di vari agenti chimici ed agli sbalzi termici.

JAIPURE è una linea in ricomposto di quarzo dalle tonalità naturali. Sono assolutamente casuali, volute e ricercate: irregolarità della superficie con effetto ondulato corrugato, screpolature, avvallamenti, picchettature di colore più o meno chiaro, che rendono unica ed irripetibile ogni singola lastra.
È infatti un nuovo prodotto, la cui caratteristica principale è quella di presentare una finitura superficiale completamente disomogenea ed irregolare, che otteniamo solo con effetti indicati. Il bordo del piano è caratterizzato da una lavorazione liscia-levigata e non uguale alla superficie del piano.

PULIZIA

MARMO NATURALE

Una buona e costante manutenzione, senza eccedere nell’uso di saponi o detergenti inadatti, conserva la brillantezza del marmo.
È consigliabile proteggere le superfici del piano con l’utilizzo di un prodotto idrorepellente antimacchia.

MARMO TECNICO

I marmi tecnici presentano delle caratteristiche simili ai marmi naturali, per questo necessitano di una costante manutenzione. Per la pulizia di questi piani consigliamo di utilizzare acqua e detergenti neutri. Evitare il diretto contatto del piano in marmo tecnico con cosmetici e prodotti aggressivi usati per la pulizia del lavabo,in quanto si potrebbe opacizzare e macchiare.

MARMO TECNICO AL QUARZO

Grazie alle caratteristiche sopraelencate sono piani di facile
manutenzione, per una corretta pulizia è sufficiente utilizzare un panno umido e un detergente neutro.

LAMINAM

DESCRIZIONE

Il LAMINAM deriva da una miscela di materie prime naturali, che viene macinata a umido, trasformata in granulato e compattata, prima di essere sintetIzzata a 1200 gradi in forni ibridi e infine rifiata in lastre da sp. 3 mm. È un materiale resistente ai graffi e all’abrasione profonda. Le sue proprietà rimangono pertanto inalterate anche dopo un uso intensivo e una pulizia frequente. Grazie ad un assorbimento medio di acqua pari allo 0,1% LAMINAM resiste al gelo e si adatta a tutte le condizioni climatiche. Non contiene materie organiche, pertanto, resiste al fuoco e alle alte temperature. In caso d’incendio non sprigiona fumo e non emette sostanze tossiche. È totalmente compatibile con le sostanze alimentari in quanto non rilascia elementi in soluzione. Non consente l’insorgenza di muffe, batteri e funghi. Privo di pigmenti organici, LAMINAM resiste ai raggi UV. I colori non subiscono alcuna alterazione, anche se sottoposti a variazioni delle condizioni climatiche.
È un prodotto totalmente naturale. Non cede elementi all’ambiente e può essere facilmente macinato e interamente riciclato in altri processi produttivi. Disponibile in 7 varianti colore.

PULIZIA

È un materiale resistente ai graffi e all’abrasione profonda. Le sue proprietà rimangono pertanto inalterate anche dopo un uso intensivo e una pulizia frequente. 

Si pulisce con estrema facilità mantenendo inalterate le caratteristiche. L'unico prodotto in grado di intaccare questo materiale è l'acido fluoridrico (antiruggine). Utilizzare detergenti neutri e non a base acida.

ECO-MALTA

DESCRIZIONE

Il sistema è composto da eco-malte monocomponenti all’acqua e inerti naturali e di riciclo (certificato), quarzi, marmo e vetro. Il ciclo di rivestimento è caratterizzato dalle seguenti particolarità: ottima traspirabilità; completamente esente da leganti idraulici quali calce, gesso, cemento; non riporta nessuna indicazione di rischio per l’uomo e l’ambiente; non nocivo, non irritabile, non tossico; resistenza ai raggi UVA, ottimo grado di durezza al colpo e al graffio; non sviluppa gas tossici per l’ambiente e il sottosuolo; ottima resistenza allo sporco e agenti macchianti; non infiammabile. Arcom utilizza l’eco-malta sp. 1,8-12 cm nella lavorazione dei piani top e nella struttura del mobile in 7 varianti colori.

PULIZIA

Per la manutenzione ordinaria delle superfici in eco-malta, Arcom consiglia detergenti neutri non aggressivi alcalini. Per la disinfezione esistono in commercio detergenti disinfettanti non aggressivi e comunque anche quelli comuni vanno bene se diluiti con acqua calda. Si sconsiglia l’uso di detergenti con solventi e non devono essere trattate in alcun modo con: alcool, acetone, solventi o simili.

UNICOLOR E STRATIFICATO UNICOLOR

DESCRIZIONE

Lo stratificato Unicolor (HPL) è un laminato ad alto spessore (10 mm) costituito internamente da strati di fibre cellulosiche impregnate con delle resine fenoliche, mentre gli strati esterni sono impregnati con resine termoindurenti. Il tutto subisce la policondensazione delle resine con una forte pressione abbinata al calore di 150° durante la pressatura. 

La superficie è ruvida, ma il materiale non è poroso: ciò impedisce la formazione di muffe e batteri. Resiste ai graffi e agli urti, all'abrasione e all'usura, inoltre possiede un'alta resistenza agli agenti chimici ed organici grazie all'alta impermeabilità. Si tratta di un materiale antipolvere e facile da pulire, che resiste fino a 170°. Disponibile in 9 colorazioni.  

PULIZIA

Non utilizzare assolutamente prodotti abrasivi, prodotti cerati, prodotti candeggianti o fortemente clorati, detergenti chimici contenenti basi forti o acidi forti.
Per la pulizia si consiglia l’utilizzo di acqua (per macchie di sapone, inchiostro), acqua fredda con sapone (per macchie di grassi), alcool o acetone (per macchie di oli vegetali, alonature residue di solventi). Al termine della pulizia, sciaquare e asciugare sempre, con panni non abrasivi.
i piani in laminato, nonostante l’alta resistenza all’abrasione, non sono adatti ad essere utilizzati come superfici da taglio. Non lasciare a contatto con il piano prodotti specifici anticalcare per lungo tempo, potrebbero formarsi degli aloni.

PIANI IN VETRO

DESCRIZIONE

Arcom utilizza il vetro sia per la realizzazione di lavabi, sia per piani top da 1 - 1,5 - 1,9 cm di spessore ( in 50 colori ). I lavabi in vetro curvato vengono creati dalla fusione del vetro posato su di uno stampo ed inserito in forno. Una volta raffreddato il lavabo viene lavorato, squadrato, forato ed eventualmente anche sabbiato e verniciato. Da questa fusione otteniamo un vetro ad alta resistenza e qualità. Evitare: urti, la caduta di oggetti contundenti e lo shock termico superiore ai 40°.

PULIZIA

Per la manutenzione ordinaria delle superfici in vetro, Arcom consiglia detergenti neutri non aggressivi alcalini o la pulizia con acqua calda. Si sconsiglia l’uso di detergenti con solventi e abrasivi.

TEKNORIT

DESCRIZIONE

Il Teknorit è un composto di resina, cariche minerali e pigmenti che assemblate creano un manufatto solido, non poroso, omogeneo, rinnovabile, leggero e più resistente della pietra. I piani in questo materiale hanno raggiunto ottimi risultati in 2 importanti prove di “resistenza”: 1. resistenza alla macchia superiore ed estremamente importante sia per i prodotti utilizzati in cucina che nel bagno. 2. resistenza allo shock termico, quindi alla rottura in caso di alternanza di sbalzi di temperatura (acqua calda/acqua fredda).
 

PULIZIA

La pulizia dei lavabi può essere effettuata con prodotti abrasivi in polvere, con scotch brite o con carta abrasiva sottile.

TEKNORIL

DESCRIZIONE

Il Teknoril è costituito da minerali naturali e polimerici acrilici al 100% (ATH-MMA) di altissima qualità.
Il materiale è liscio e compatto come la pietra, non trattato con vernici, ignifugo, facile da pulire con qualsiasi prodotto per il bagno neutro. Disponibile nella finitura lucida e opaca e in 5 diverse colorazioni.

PULIZIA

Facile da pulire con qualsiasi prodotto per il bagno neutro.
Molto importante: non bisogna utilizzare prodotti a base di solventi o componenti chimici aggressivi tipo la trielina, diluenti e ammoniaca.

MINERALGUSS

DESCRIZIONE

Il mineralguss è un materiale composto da cariche minerali naturali (carbonati di calcio e triidrati di alluminio) legate ad una bassa percentuale di resina poliestere. Non si tratta perciò di un materiale plastico, bensì di un composto minerale elegante al tatto, igienico e adatto all'arredo del bagno e degli ambienti pubblici. Il film di gelcoat che riveste la superficie del materiale consente di ottenere un ottima resistenza da un punto di vista fisico e soprattutto chimico. 

PULIZIA

Mineralguss è un materiale resistente al calore umido, alla sigaretta e al calore secco. Eventuali variazioni di colore, causate da temperature elevate, si possono tuttavia eliminare mediante pulizia con spugnetta leggermente abrasiva e con successiva lucidatura.